crosariol

Crosariol scarica le responsabilità sui giocatori?

E’ un coach deluso quello che raggiunge l’area stampa dopo la sconfitta con Piacenza. Senza peli sulla lingua e con l’onestà intellettuale dell’ex giocatore, Crosariol ammette la cocente sconfitta e getta ombre sulla tenuta mentale dei propri giocatori. In sostanza spiega che l’area tecnica può poco se quello provato più volte in settimana poi non viene applicato dai giocatori sul parquet. E fa esempi pratici, analizzando i punti regalati a Piacenza per non aver rispettato quanto stabilito a bocce ferme.

Il video della conferenza stampa

E’ probabile che, con una squadra fatta (per sua stessa ammissione) per vincere, la seconda sconfitta inizi a riscaldare pericolosamente la panchina e che si senta già sulla graticola. E’ oggettivo che l’impegno societario è stato importante con giocatori strappati alle altre squadre pagandoli cifre importanti. Questi giocatori avrebbero dovuto garantire quel salto di qualità che invece Avellino sembra non aver ancora fatto.

Il match

Quarta giornata del campionato di Serie B Nazionale Lnp Old Wild West 2023/24, e la Bakery Basket Piacenza è di scena al Pala Del Mauro di Avellino. I biancorossi partono subito con i giri alti del motore. Maglietti e capitan Mastroianni timbrano il cartellino dalla lunga distanza, mentre Criconia trasforma i tre liberi a sua disposizione. Avanti in doppia cifra sul 6-16, il coach irpino Crosariol (ex di turno) è costretto a chiamare timeout.

Il punteggio per la Del Fes si smuove soltanto vicino a canestro, ma quando realizza la prima tripla di serata è parità. Dopo una rottura prolungata in attacco che ha permesso ad Avellino di passare addirittura in vantaggio, i liberi di Manenti sul finire del quarto iniziale sono una boccata d’ossigeno per i viandanti.

La correzione a rimbalzo offensivo dello stesso lungo biancorosso inaugura la seconda frazione, mentre il piazzato di Criconia riporta avanti nel punteggio la Bakery. I biancoverdi rispondono dall’arco, ma il recupero difensivo di Piacenza permette a Marchiaro di segnare il pari 24, mentre Wiltshire infila la tripla del +3. Si prosegue con continui sorpassi sino al parziale irpino che permette alla Del Fes di portarsi sul 36-32. Gli ospiti restano in scia prima con l’azione sulla linea di fondo di Besedic per un appoggio facile, e poi con la tripla di Mastroianni che fissa il punteggio sul 42-37 all’intervallo.

Al rientro sul parquet Besedic segna appoggiandosi al vetro, ma è Avellino che trova una certa continuità offensiva portandosi sul +8. Allora si mette in proprio Criconia che firma cinque punti consecutivi riportando lo svantaggio al singolo possesso. È con la difesa che la Bakery riesce a mettere in difficoltà gli avversari, che nella propria metà campo qualcosa concedono sempre. E quando Criconia rinuncia al tiro per servire Soviero, quest’ultimo segna la tripla del sorpasso (49-50 al 25’), mentre i canestri di Maglietti e Mastroianni dilatano il vantaggio.

Con Avellino in difficoltà, gli uomini di coach Salvemini provano a spingere sull’acceleratore, e Besedic dalla distanza trova il canestro del +8 (51-59). La Bakery offre una buona pallacanestro, con ottime letture in difesa, e la tripla allo scadere del terzo periodo di Wiltshire regala ai biancorossi il +9. L’inizio dell’ultima frazione arride agli avversari che in un minuto segnano due bombe. Dopo quasi 4’ di siccità, Piacenza segna dalla linea della carità con Soviero che impatta a quota 66. Sono gli errori, da una parte e dall’altra, a farla da padrone.

Si arriva così al rush finale in cui anche un minimo vantaggio sembra poter essere decisivo. Il canestro di Marchiaro permette di compiere proprio quel passettino, prima che Soviero peschi dal cilindro la tripla di tabella per il 70-73 a circa 20” dal termine. Con l’antisportivo ai padroni di casa partono i titoli di coda che vedono la Bakery espugnare il Pala Del Mauro con merito.

Del Fes Avellino-Bakery Piacenza 71-74

Parziali: 19-18, 42-37, 55-64.

Avellino: VaÅ¡l 8, Bortolin 21, Santucci 9, Caridà 8, Burini 5, Nikolic 12, Verazzo, Carenza 4, Giunta 4, Venga, Spagnuolo ne, Schiavone ne. All. Crosariol.

Piacenza: Soviero 8, Marchiaro 4, Manenti 5, Mastroianni 13, Criconia 16, Besedic 7, El Agbani, Maglietti 10, Perugino ne, Wiltshire 11, Alberici ne. All. Salvemini.

Arbitri: Mauro Barbieri di Roma e Francesco Cattani di Cittaducale (RI).

Fonte: sito LNP