Pozzuoli - Avellino

Primo quarto. Pozzuoli inizia forte e a metà del periodo mette la testa avanti. 14 a 7 con la Scandone costretta ad inseguire. Marra e Costa ricuciono parzialmente lo svantaggio risultando sulla sirena solamente 2 punti di svantaggio (16 a 14).

Secondo quarto. La Scandone dimostra i soliti imbarazzanti limiti difensivi compensando, parzialmente, in fase offensiva. De Gennaro prova a ruotare i propri giocatori ma la situazione non migliora affatto. A metà periodo, dopo un piccolo infortunio a Trapani, Pozzuoli è sempre avanti di 6 punti. I giocatori puteolani sembrano scegliere sempre l’opzione vincente in fase offensiva mentre la Scandone dà segni di cedimento con un paio di incresciose palle perse. Si va all’intervallo lungo con i padroni di casa che dominano il match sul 33 a 24. Gaye 13 punti e Savoldelli 7 trascinano Pozzuoli. Costa e Brunetti cercano di tamponare con i loro rispettivi 9 e 6 punti.

Statistiche di metà tempo. La scandone ha 24 tentativi dal campo contro i 33 di Pozzuoli che conquista 7 rimbalzi offensivi contro i soli 2 di Avellino. 10 assist per i padroni di casa contro gli 0 assisti degli ospiti. La differenza è tutta qua.

Terzo quarto. Avellino inizia con grinta e riduce lo svantaggio con Ani Uchenna che riesce a penetrare le maglie difensive puteolane. Un antisportivo più tecnico alla panchina di casa e una penetrazione di Brunetti portano la Scandone al primo vantaggio di serata (36 a 37). Il terzo periodo si chiude con Pozzuoli avanti di una lunghezza 41 a 39.

Quanto quarto. In 10 minuti la Scandone si gioca la possibilità di portare a casa una vittoria dopo tre sconfitte consecutive. Le squadre sbagliano entrambe un fracco di tiri aperti. Ma è Pozzuoli che a metà periodo riesce a prendere 8 punti di vantaggio sfruttando le amnesie difensive di Avellino (53-45). Come la neve al sole così i biancoverdi si sciolgono e finiscono il match sulle ginocchia. Sulla sirena finale il punteggio è sul 69 a 56.

I voti di Pozzuoli – Avellino

  • Costa voto 7: si sbatte, corre, si impegna. Ma non può giocare da solo.
  • Marra voto 6,5: l’impegno c’è, manca un po’ di precisione dall’arco.
  • Riccio voto 3: il capitano biancoverde fa una prestazione da incorniciare. Zero punti in 39 minuti e mezzo era veramente un risultato impensabile.
  • Ani voto 6: è lui il faro della Scandone. Purtroppo non è sempre acceso.
  • Brunetti voto 7: ha provato a prendersi sulle spalle squadra e responsabilità. Diciannove buonissimi punti.
  • Trapani voto 5,5: non è male ma si appiattisce sulla prestazione scadente di molti suoi compagni.
  • Marzaioli voto 3: vedere Riccio. Da applausi.
  • Mazzarese voto 4: vedere Riccio ma lui fermo a zero sullo scorer.
  • Mraovic voto 4: non fa nulla per distinguersi. Purtroppo prestazione al di sotto delle aspettative
  • Ragusa 5,5: alterna cose pregevoli ad errori madornali. Almeno lotta.